Articoli e pubblicazioni

Salvatore, da Brindisi a San Giovanni Rotondo per un sogno

Tempo di lettura: < 1 minuto

La storia ha commosso tutti. Del resto, “C’è posta per te”, collaudatissimo format condotto da Maria de Filippi, ci ha abituati a vicende incredibili, tante, purtroppo, segnate dalla sofferenza e dal dolore.

Anche sabato 13 gennaio, prima puntata della nuova stagione, è successo lo stesso. La storia di Salvatore Mariano e della sua famiglia, originaria di Brindisi, la prima raccontata nella puntata, infatti, si è tragicamente consumata nel nostro ospedale, la Casa Sollievo della Sofferenza.

Salvatore, infatti, è venuto a mancare lo scorso 15 maggio a soli 17 anni, proprio nell’ospedale voluto da Padre Pio, dove era in cura da diverso tempo per un tumore, lasciando un ricordo indelebile negli operatori e nei medici che, ancora oggi, non riescono a dimenticare il coraggio e la determinazione di un ragazzo strappato alla vita troppo presto.

Luigi, fratello di Salvatore, è stato invitato nello studio del programma televisivo delle reti Mediaset , dove, a sorpresa, ha incontrato l’attaccante della Juventus, Gonzalo Higuain. Il fuoriclasse argentino ha regalato a Luigi una maglietta della Vecchia Signora, abbracciandolo calorosamente.

Una storia che ha commosso tutti e che potete rivedere cliccando sul seguente link:

Potrebbe piacerti...